VALDISPERT
VALDISPERT - 24 ore con te!
Stampa questa pagina - Invia a un amico

La vitis vinifera

La Vitis vinifera, meglio conosciuta come vite comune, è una pianta rampicante, perenne, che appartiene alla famiglia delle Vitaceae. Coltivata in tutto il mondo, si ritiene essere originaria della zona del mar Nero. Il mito a essa legato vuole sia stata donata all’uomo dal dio greco Dioniso.

Già gli antichi Romani riconobbero alcune proprietà medicinali della vite, utilizzando il vino per la sua azione ricostituente e antisettica: era pratica assai comune impiegarlo nel lavaggio delle ferite, talvolta mescolato ad alcune erbe, e come base per altri preparati officinali, nei composti detti “vini medicinali”.

Ma le caratteristiche benefiche della vite non risiedono solo nell’estratto dei suoi acini, quanto anche nella buccia, nelle foglie e nei suoi semi. Questi ultimi, in particolare, sono infatti ricchi di flavonoidi, composti antiossidanti dall’azione vasoprotettiva, antiflogistica e immunostimolante. Combattono i radicali liberi, proteggono la pelle dai danni solari e favoriscono la salute cellulare.

Un altro importante composto fenolico estratto dai semi e dalla buccia dell’uva è il resveratrolo, dotato di spiccata attività antinfiammatoria e antinvecchiamento: recenti ricerche ne hanno evidenziato la capacità di incrementare la longevità di alcuni organismi oggetto di studio e di ritardare l’insorgenza di varie malattie correlate all’età in alcune specie di mammiferi. I positivi risultati ottenuti da queste ricerche ne farebbero prospettare le ottime potenzialità, anche per l’uomo, come “elisir di lunga vita”.